sabato 11 febbraio 2012

Il Fortore, i carabinieri e la neve


Dopo giorni di intense nevicate ed un cielo costantemente coperto e carico di fiocchi, la mattinata odierna si è presentata in maniera diversa nel Fortore.
Approfittando della tregua concessa sul fronte del maltempo, nella prima mattinata di oggi i Carabinieri della Compagnia di San Bartolomeo in Galdo hanno provveduto a mettere nuovamente in funzione il loro fresaneve, per liberare dalla neve caduta in maniera abbondante la parte vecchia del paese, costituita da ripidi e stretti vicoletti, ed alleviare così i disagi di parte della popolazione residente nel centro storico, più difficilmente accessibile per i normali mezzi di locomozione e di soccorso.

Le abbondanti nevicate dei giorni scorsi avevano, infatti, reso ancor più problematica la situazione dei residenti, in quanto la parte interna del centro storico era diventata di fatto impraticabile, soprattutto da parte degli anziani che vi abitano.

I Carabinieri hanno caricato il mezzo sul loro gatto delle nevi ed hanno così raggiunto la parte più alta del centro storico, scendendo "a valle" con il fresaneve in dotazione, un macchinario a motore che mediante un meccanismo a lame dentate aspira la neve da terra e la getta di lato, tracciando dei passaggi e delle "piste" in mezzo alla neve alta.

L'opera è stata resa difficoltosa a causa dello strato di ghiaccio che si era nel frattempo formato, ma in ogni caso il lavoro effettuato è stato indispensabile per permettere almeno il passaggio pedonale per quelle strade, garantendo per i residenti la possibilità di rifornirsi di generi di prima necessità, prima di tutti quelli alimentari e farmaceutici.

Nella giornata di ieri è continuato il servizio di corriere dei Carabinieri per assicurare le forniture di medicinali alle locali farmacie, stante il peggiorare della situazione metereologica, che in alcuni settori del Fortore, come ad esempio San Marco dei Cavoti, Colle Sannita e Montefalcone di Valfortore, hanno registrato serie problematiche per il traffico veicolare.
Qualche preoccupazione ha destato, soprattutto a San Bartolomeo in Galdo, la situazione potenzialmente critica di alcuni tetti, soprattutto nel centro storico, dove sono stati costruiti in legno, che a causa del peso della neve stanno subendo eccessive sollecitazioni strutturali. Stessa cosa è avvenuta per due capannoni industriali, immediatamente attenzionati dai Vigili del Fuoco.

I militari dell'Arma continuano, comunque, a monitorare l'evoluzione della situazione. Per la giornata di domani è previsto un peggioramento del tempo.
Reiterato il consiglio già dato agli automobilisti di mettersi in viaggio solo se equipaggiati con pneumatici da neve e con le catene a bordo.
www.gazzettabenevento.it

Nessun commento:

Google