giovedì 28 giugno 2012

I sindacati alla Comunità del Fortore: si reintegrino i lavoratori in disponibilità

I segretari della Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl, rispettivamente Felice Zinno, Antonio Forgione e Antonio Pagliuca nei giorni scorsi hanno inviato una nota alla Comunità Montana del Fortore chiedendo il reintegro del personale in disponibilità

“Nelle more della imminente pubblicazione della legge regionale sul riordino delle Comunità Montane – hanno scritto i sindacati -, il cui testo è già stato licenziato dalle commissioni consiliari prima e ottava, si chiede di unire il percorso professionale dei lavoratori collocati in disponibilità agli esiti della legge sopracitata. Si parla di ampliamento delle funzioni affidate agli enti montani anche nei settori del sociale, viabilità, trasporti, così salvaguardando anche gli attuali livelli occupazionali.

A tale scopo si chiede di prorogare il deliberato N°1 del 28 febbraio 2012 col quale si rideterminava la dotazione organica dell’ Ente, reintegrando il personale collocato in disponibilità subordinatamente a provvedimenti di copertura finanziaria a carattere regionale, a fronte anche dell’ impegno politico dell’ assessore Regionale al ramo, dello stanziamento di una somma pari al 70% degli oneri dovuti alle comunità montane”.

www.ilvaglio.it

Nessun commento:

Google