lunedì 19 maggio 2014

Il Fortore dice no alle trivellazioni

di Biagina Cece

Al grido di ‘No Triv!’ sono arrivati a Baselice domenica mattina, alle 11 circa, i componenti del Comitato No Triv Fortore-Tammaro, per dare vita alla passeggiata da Baselice fino a San Bartolomeo in Galdo, contro quelle che sono le trivellazioni petrolifere.

Un numeroso gruppo di giovani e meno giovani sono arrivati da Benevento e dai paesi limitrofi in Piazza Sant’Antonio e qui hanno trovato ad accoglierli i membri dell’Associazione Pro Loco di Baselice, gli organizzatori della giornata, insieme ai componenti di tutte le associazioni baselicesi, tutti schierati contro le trivellazioni. Un progetto che fa discutere da tempo quello denominato ‘Pietra Spaccata’ e che al momento è solo sospeso, un progetto che prevede le trivellazioni nella zona e a questo proprio non ci stanno i cittadini. Dopo l’accoglienza nella piazzetta di Sant’Antonio, tutto il corteo si è mosso lungo il centro storico di Baselice, fino a giungere in piazza Umberto I.

In molti hanno atteso questo arrivo; uno striscione con scritto ‘No Petrolio’ è stato mostrato al pubblico oltre ad un altro già esposto in precedenza che recitava ‘La Pro Loco dice ‘no’ alle trivellazioni’: “Vogliamo ringraziare per questa giornata – hanno detto i soci della Pro Loco – tutte le associazioni di Baselice, il parroco don Michele Benizio, l’amministrazione comunale e il gruppo di opposizione perché se oggi siamo qui a dire no alle trivellazioni, è grazie alla collaborazione di tutti. Siamo indignati, il nostro petrolio sono i prodotti di qualità, le nostre eccellenze, il turismo e non vogliamo altro e con questa passeggiata vogliamo dare il nostro contributo per fermare in maniera definitiva questa corsa al petrolio, basta, urliamo basta, diamoci una mano e non permettiamo che deturpino il nostro territorio”. I componenti del Comitato ‘No Triv’ hanno poi aggiunto: “Questa è la seconda iniziativa contro il petrolio per noi, c’è un’aggressione nei confronti dei nostri territori, minacciano la nostra vita, il nostro benessere, noi siamo qui in difesa del territorio e di coloro che lo abitano. Ci auguriamo che ogni territorio formi un comitato per fare un passo avanti in questa vera battaglia che stiamo conducendo contro coloro che vogliono derubarci del nostro benessere”.

Nelle scorse settimane vi è stata una buona mobilitazione a Baselice; tutte le associazioni si sono impegnate nel distribuire volantini e nello spronare i cittadini a partecipare alla passeggiata. Una protesta tutta popolare, che parte dal basso per arrivare in alto. Ci si è incamminati così verso San Bartolomeo in Galdo domenica mattina, passando attraverso la natura baselicese per potersi scambiare opinioni e per ammirare allo stesso tempo, le bellezze paesaggistiche che offre il Fortore e per un giorno, nonostante il periodo, si sono messi da parte anche i colori politici; domenica si è lottato pacificamente tutti insieme per un obiettivo comune, la tutela del territorio.

ottopaginebenevento

Nessun commento:

Google