lunedì 6 aprile 2015

Sassi di Baselice, ecco il resoconto dell'incontro con il sindaco

Rivedere e migliorare il progetto di consolidamento del costone di via Pescannozzo. Queste le richieste avanzate dal Movimento per la tutela paesaggistica e del centro storico di Baselice al sindaco Canonico nell'incontro che si è tenuto presso la sala consiliare lunedì 30 marzo

Il comitato di cittadini, che ha raccolto oltre 160 firma online per salvare i sassi baselicesi, ha avanzato proposte precise all'amministrazione: deturpare il meno possibile il costone di via Pescannozzo.

Il primo cittadino da parte sua ha assicurato che sarà fatto il possibile per evitare che venga stravolto uno dei luoghi più suggestivi del paese, ma allo stesso tempo ha sottolineato che c’è la necessità di intervenire per mettere in sicurezza l’area, che da anni è interessata da caduta massi e detriti pericolosi per l’incolumità pubblica e privata.

All’incontro era presente anche il direttore dei lavori, l'ingegnere Salvatore Pizzi, il quale ha ribadito che l’unica soluzione possibile per mettere il costone in sicurezza è la posa di reti elettrosaldate e con la tecnica dello spritz beton (calcestruzzo spruzzato con spinta pneumatica). 

Dal canto suo, il Movimento pur capendo le ragioni dell’amministrazione e dei tecnici - tra l’altro i lavori sono stati già appaltati e dovrebbero iniziare nelle prossime settimane - ha invitato il sindaco comunque a trovare soluzioni meno invasive possibili.

Tuttavia, dal sindaco e dall'ingegnere Pizzi è arrivata la conferma che i lavori interesseranno solo una parte del costone, quella che guarda ad est. Mentre la parte con le case nel tufo, non dovrebbe essere oggetto di interventi (così è stato assicurato nel corso dell’incontro).

Da parte loro i tecnici hanno messo a punto una serie di accorgimenti per trovare delle soluzioni cromatiche che rendano  il costone quanto più possibile simile all'originale. 

Soluzioni che però non hanno convinto del tutto il movimento, il quale ha fatto sapere che la sua battaglia non si fermerà e che vigilerà sulla realizzazione del progetto. 

Nessun commento:

Google