lunedì 13 aprile 2015

Trivelle, riparte Case Capozzi

"Trivelle più vicine", titolava ieri il quotidiano online ottopagine.it. dopo che il ministero dello Sviluppo economico nei giorni scorsi ha riavviato la procedura per il rilascio dell'autorizzazione alla ricerca di idrocarburi da parte della Delta energy nelle province di Benevento e Avellino.

“L'Unmig (Ufficio nazionale minerario per gli idrocarburi e le georisorse del ministero) ha pubblicato nella apposita sezione del sito internet ministeriale l'avvenuto superamento delle criticità che erano sorte a cavallo tra la fine del 2012 e i primi mesi del 2013, quando il dicastero aveva comunicato alla società promotrice il Preavviso di rigetto”, si legge sul sito del quotidiano.

“E invece da Roma - continua il giornale - è arrivato il dietrofront: Case Capozzi si può fare. Lo scorso 31 marzo il ministero ha trasmesso a Delta energy la Comunicazione di prosecuzione istruttoria che sancisce la ripartenza dell'iter per la concessione del nulla osta alla ricerca di idrocarburi”.

E ora si attende il prossimo passaggio

“Il ministero – si legge nell’articolo – ha formalmente richiesto nei giorni scorsi alla Regione Campania la adozione della delibera di ‘Intesa’, provvedimento previsto dal quadro normativo sulla legislazione concorrente che il decreto Sblocca Italia ha profondamente modificato”.

Ecco i diciotto i comuni coinvolti: Foiano di Valfortore, Molinara, Montefalcone di Valfortore, Castelfranco in Miscano, Ginestra degli Schiavoni, San Giorgio la Molara, Buonalbergo, Pago Veiano, Pesco Sannita, Fragneto l'Abate, Fragneto Monforte, Benevento, Pietrelcina, Paduli, Sant'Arcangelo Trimonte, Apice, San Nicola Manfredi, San Giorgio del Sannio, Casalbore, Montecalvo, Ariano e Melito.

Nessun commento:

Google