domenica 25 ottobre 2015

#Savesannio

#savesannio
Corre veloce sul web la macchina della solidarietà nei confronti delle aziende sannite colpite dall’alluvione. Tutto è partito dalla mobilitazione dei social in favore della Rummo, il pastificio devastato il 15 ottobre.

L’hastagh #saverummo è divenuto subito virale da destare stupore anche nei vertici dell’azienda. 

“Il vostro supporto – ringrazia l’azienda – così caloroso e spontaneo ha contagiato e messo in movimento tutti: le istituzioni che ci sono vicine, i fornitori che ci hanno garantito il loro sostegno e i clienti che da tutto il mondo continuano a confermare gli ordini. Mentre a noi ha donato fiducia, coraggio ed energia”.

Pasta Rummo è diventata, così, l’emblema di una campagna di sostegno straordinaria, ma sono migliaia le piccole aziende, soprattutto vitivinicole, messe in ginocchio dalla furia devastatrice dell’acqua, per questo i vertici della Rummo hanno lanciato un appello alla rete: 

“Vi invitiamo a estendere questo meraviglioso e incoraggiante sostegno a tutto il territorio del Sannio duramente colpito e alle altre aziende locali che in questo momento si trovano in difficoltà! ‪#‎rummoforsannio ‪#‎savesannio ‪#‎pastarummo”.

“Prendici così, #sporchemabuone”, è invece l’originalissima campagna di sostegno promossa dalla cantina sociale di Solopaca. Sessantamila bottiglie recuperate dal fango e messe direttamente sul mercato dalla cantina sannita, che in poche ore sono andate a ruba.
Ma se il web ha risposto in modo straordinario al dramma del popolo sannita, quasi assente è stato il mondo della cultura e dello spettacolo nazionali. Niente grandi concerti-raccogli fondi. Nessuna maratone televisive. Nulla di nulla. 

In questo disinteresse generale si sono distinti Angelo Branduardi e la rockstar Cristina Scabbia. “Vicini alla gente del Sannio – scrive il cantautore –. Terra di storia millenaria e di grandi uomini. ‪#‎forzasannio”.

Per andare all'elenco delle aziende da sostenere clicca qui: ilcaudino.


Nessun commento:

Google