mercoledì 4 novembre 2015

L'alluvione di Benevento visto dai satelliti

Le immagini dei satelliti hanno permesso di realizzare la prima mappa dell'alluvione di Benevento.

E "conferma - si legge sul sito dell'Ansa - che buona parte dei danni sono stati causati dall'inadeguato utilizzo del territorio".

La mappa ha ricostruito l’altezza raggiunta dall’acqua ed è stata realizzata dal gruppo di ricerca dell'università del Sannio, coordinato da Francesco Maria Guadagno, in collaborazione con la Società Mapsat di Benevento.


Il gruppo guidato da Guadagno, anche membro della Commissione Grandi Rischi del Dipartimento di Protezione civile, ha avviato rilievi immediatamente dopo l'alluvione che ha colpito l'area beneventana. 

La ricostruzione è stata possibile grazie alle immagini scattate il 16 ottobre, cioè il giorno dopo l'esondazione del fiume Calore, dal satellite israeliano Eros B. Dimostra che nelle vicinanze dell'alveo del fiume l'acqua, spiega Guadagno, ha raggiunto 8-9 metri di altezza mentre nella zone dove sono alcune fabbriche, come il pastificio Rummo e Agrisemi Minicozzi, ha raggiunto circa 5 metri di altezza. 

Più basso invece il livello, circa un metro, nei quartieri abitati, come Ponticelli e Pantano.

(Fonte: Ansa)


Nessun commento:

Google