martedì 10 novembre 2015

RidipingiaMO il Sannio

Il Sannio è in ginocchio. Anche se i riflettori mediatici si sono spenti, in terra sannitica perdura un grave stato di emergenza e i segni dell’alluvione devastante che ha colpito strade, scuole e aziende, sono ancora visibili.
L’ allarme ha interessato i paesi a ridosso dei corsi d’acqua e i piccoli centri, come Pontelandolfo, che in queste settimane hanno potuto contare sull’aiuto e la solidarietà dei volontari. MO-Unione Mediterranea si è messa in contatto con gli abitanti del posto per offrire un contributo concreto.
Le pareti delle abitazioni, delle scuole, dei negozi e delle aziende sono state interamente sporcate dal fango: servono fusti di pittura bianca per interni e pennelli per tinteggiare le pareti delle abitazioni. Servono subito. 
Ecco perché abbiamo deciso di far partire una vera e propria campagna per ripulire e riverniciare il Sannio. Chiunque volesse darci una mano può consegnare i fusti di vernice bianca rivolgendosi al seguente recapito: 081418035 (telefonare ad orario negozio) e chiedere di Annamaria Pisapia. La raccolta dei bidoni terminerà Sabato 14 novembre 2015.
Per tutti coloro che volessero dare un contribuito economico la Caritas Diocesana di Cerreto Sannita chiede aiuto attraverso una raccolta fondi, per aiutare le attività commerciali distrutte dall’alluvione affinché le famiglie possano essere accompagnate nel riprendere il loro lavoro necessario per sostenere la famiglia.
Il conto è intestato a Caritas Diocesana-Cerreto Sannita Bn ed è aperto presso la Banca Prossima. IBAN: IT57N0335901600100000106776 CAUSALE ALLUVIONE VALLE TELESINA E CAUDINA.
RidipingiaMO il Sannio.

 (Fonte: UnioneMediterranea)

Nessun commento:

Google