giovedì 17 marzo 2016

Eolico selvaggio, stop per sei mesi a nuovi pali in Campania

Eolico, moratoria, Iannace
Un sospiro di sollievo per i comitati contro l'eolico. Approvato in consiglio regionale l’emendamento Iannace-Bonavitacola, che prevede la moratoria di sei mesi per l’installazione di nuovi pali eolici su tutto il territorio regionale.  

Ora però spetta sempre al parlamentino regionale individuare i “siti non idonei” alla realizzazione di impianti di produzione eolici di potenza superiore a 20 Kw. Tuttavia, c'è da registrare l'uscita dall'aula dei 5Stelle che non hanno votato la mozione. 


“Con questa moratoria - ha spiegato in una nota Iannace - si procederà alla sospensione di tutti gli impianti per eolico e mini-eolico (oltre i 20 Kw) nei confini regionali, in base a una classificazione territoriale che va a stabilire determinati parametri con i quali individuare, entro 180 giorni, le aree non idonee ad ospitare nuovi insediamenti eolici tra cui quelle che presentano vulnerabilità ambientali, quelle caratterizzate da rischio idrogeologico, quelle qualificate come beni paesaggistici, i Siti di Importanza Comunitaria, le aree di pregio agricolo”.
Scrive su Facebook Pinouccio Fappiano, portavoce del Fronte sannita per la difesa della montagna 
 “E' solo un piccolo ma fondamentale passo verso la salvezza dei territori campani dalle speculazioni selvagge mascherate da 'opere per pubblica utilità'. Ringrazio pubblicamente il consigliere Carlo Iannace che ha avuto la sensibilità e l'intelligenza politica di ascoltare i comitati”

Nessun commento:

Google