venerdì 27 gennaio 2017

Sito di compostaggio, il bando regionale non vincola il Comune di Baselice

di Leonardo Bianco

Baselice è stato selezionato dalla Regione, insieme ad altri 23 comuni, per ospitare un sito di compostaggio. L’individuazione da parte di Palazzo Santa Lucia del comune fortorino è avvenuto a seguito di una manifestazione di interesse da parte dell’amministrazione Canonico ad un avviso pubblico della Regione Campania, che ha come oggetto proprio la localizzazione di impianti di compostaggio.


Il bando emesso a seguito della delibera della giunta regionale 381/2015 con la quale si stabiliscono “gli indirizzi per l’aggiornamento del vigente Piano di gestione dei Rifiuti solidi urbani”, e nella si evidenzia “la necessità di realizzazione di nuovi impianti di trattamento biologico della frazione organica dei rifiuti solidi urbani”.

Destinatari dell’avviso pubblico sono i comuni “in grado di garantire la disponibilità di aree adatte alla realizzazioni degli impianti”.

Le aree destinate alla realizzazione dei siti “dovranno avere caratteristiche che rispettino i criteri di tutela dell’ambiente e del territorio”, così come previsto dalle normative nazionali e regionali. Nell’individuazione dei siti inoltre verranno considerati “eventuali vincoli ulteriori” sempre nel rispetto delle norme vigenti e delle pianificazioni esistenti sul territorio.

Per la realizzazione degli impianti per il trattamento della frazione organica dei rifiuti solidi urbani da raccolta differenziata saranno utilizzate – si legge nel bando – tecnologie “ormai consolidate ed assicurano la massima tutela per la salute pubblica e la tutela dell’ambiente in tutte le sue componenti”.

Naturalmente, come spiegato anche nell’avviso pubblico e ribadito dal primo cittadino di Baselice, Domenico Canonico, “la manifestazione di interesse non comporta l’assunzione di alcun obbligo specifico da parte dell’amministrazione comunale”.


Nessun commento:

Google