martedì 28 marzo 2017

Eolico, comitati e associazioni: rispettare divieti lavori nelle aree tutelate

Eolico e aree tutelate
Rispettare i divieti di eseguire lavori nelle aree tutelate dall’Unione europea. Lo chiedono con un comunicato congiunto l’associazione Altrabenevento, il Fronte Sannita per la difesa della Montagna e dal Comitato pro Sannio.

“Nel periodo che va da aprile a giugno – scrivono - sono interdetti i lavori nelle aree oggetto di tutela da parte della Direttiva Habitat della Cee. Il Dpr n.357/1997 e successive modifiche, attuativo della direttiva Cee Habitat, vieta infatti di catturare o uccidere esemplari delle specie protette nell'ambiente naturale, perturbare tali specie, in particolare durante tutte le fasi del ciclo riproduttivo o durante l'ibernazione, lo svernamento e la migrazione nonché di raccogliere collezionare, tagliare, estirpare o distruggere intenzionalmente esemplari vegetali nella loro area di distribuzione naturale”.

E' in questo periodo, infatti, che avviene il ciclo di riproduzione della fauna e il passo dell'avifauna migratoria, oltre alla fioritura delle specie vegetali.

Per i comitati, le disposizioni di legge e le singole autorizzazioni regionali impongono il divieto di eseguire lavori nel rispetto delle norme di tutela.


“Poiché  sono attualmente in corso - concludono - i lavori per la costruzione dei parchi eolici nei Comuni di Circello,Santa Croce e Morcone, tutti compresi nelle aree del sito di importanza comunitaria denominato Pendici meridionali dei Monti Mutria, le suddette associazioni hanno provveduto a richiedere alle autorità competenti il rispetto della normativa comunitaria e nazionale e  delle prescrizioni contenute nei singoli decreti autorizzativi regionali che impongono il fermo dei lavori da aprile a giugno”.

Nessun commento:

Google