martedì 2 agosto 2016

San Bartolomeo: si dimettono sette consiglieri, cade il sindaco Marcasciano

San Bartolomeo, sfiduciato Marcasciano
di Leonardo Bianco

Si chiude qua la terza esperienza da sindaco di Gianfranco Marcasciano, che e per la seconda volta è costretto a lasciare in anticipo. Sette consiglieri, quattro di minoranza (Matteo Garofalo, Assunta Agostinelli, Sabrina Pepe, Dorotea Russo) e tre della maggioranza (Antonio Boffa, Mariateresa Cilenti, Claudio Lupo), questo pomeriggio hanno protocollato le dimissioni. 

I sette consiglieri oggi pomeriggio si sono presentati dal notaio per ratificare le dimissioni che poi sono state portate al Comune per la notifica. 


Per la terza volta in 13 anni il comune di San Bartolomeo si avvia verso il commissariamento. Le dimissioni che erano nell'aria sono arrivate il giorno dopo che l’assise in seconda convocazione, con solo cinque consiglieri (4 assessori) e il sindaco aveva approvato il riequilibrio di bilancio e altri punti all’ordine del giorno.

La parola ora passa al prefetto per il commissariamento. Precedentemente il Comune era stato commissariato nel 2003, sindaco lo stesso Gianfranco Marcasciano e nel 2009, sindaco Donato Agostinelli.

Dopo solo 2 anni di amministrazione dunque  la compagine guidata da Gianfranco Marcasciano termina la sua esperienza.

I sintomi della crisi che stava logorando la maggioranza erano ormai palesi. Per ben tre volte in tre settimane il consiglio comunale era saltato per la mancanza del numero legale, mettendo in risalto la debolezza dell’amministrazione che in questi due anni aveva già visto la defezione di due esponenti. 

Claudio Lupo prima e Antonio Boffa dopo. Ai due dissidenti oggi si è aggiunta Mariateresa Cilenti che già da qualche mese aveva manifestato tutto il suo disaccordo con le scelte politiche del sindaco.

Nessun commento:

Google