venerdì 15 aprile 2016

Referendum trivelle, perché votare Sì

Perché votareal  referendum di domenica 17 aprile? Perché la posta in gioco è più alta di quello che sembra ed ha un valore simbolico sul piano dell'indirizzo energetico che il Paese dovrebbe imboccare. 

Perché votare Sì al referendum non solo significa dare una scadenza alle trivellazioni in mare (entro le 12 miglia), ma votare Sì significa anche dire no alle trivelle sulla terra ferma. 


Perché se non si raggiunge il quorum o vince il no (fatto improbabile) si darà il via libera alle trivelle sempre e ovunque (e di progetti in tal senso se ne contano a decine su tutto il territorio nazionale, on e offshore). 

Con grave rischio d’inquinamento ambientale per quei territori da sempre vocati alla agricoltura e alla pastorizia. 

Come il nostro Fortore, interessato da due progetti di ricerca petrolifera: Case Capozzi e Pietra SpaccataPer questo invitiamo i fortorini e i sanniti in generale a un sussulto di orgoglio: partecipiamo in massa per dire Sì alla salvaguardia del nostro territorio. 

I giornalisti
Antonio Bianco
Leonardo Bianco

Nessun commento:

Google