domenica 13 luglio 2014

Baselice, parte da Facebook la campagna in difesa del costone Pescannozzo


Postiamo l'appello apparso su Facebook in difesa del costone tufaceo di via Pescannozzo. Questo blog condivide pienamente quanto riportato di seguito e dice stop alla trasformazione del tessuto urbano e naturalistico del paese, ora è tempo di riparare agli scempi compiuti in passato e non commettere gli stessi errori

C'e un progetto di consolidamento del costone di arenaria in via Pescannozzo, con rete metallica e cemento. Ci dicono che il colore verrebbe uguale, così ci dicevano pure per il costone di palazzo Lembo, ma la differenza è notevole. Il cemento è cemento l'arenaria è arenaria. Il costone di via Pescannozzo sta lì da milioni di anni e non è crollato, e tuttora è abbastanza solido.

Si dovrebbe intervenire sopra il costone, dove ci stanno case e strada per isolarla da infiltrazioni d'acqua, e si dovrebbe consolidare all'interno del costone dove c'è stato qualche crollo nelle grotte. Un appello a tutti voi di Facebook di mobilitarci su questa cosa, mandate foto e esprimete le vostre opinioni. Se si realizza questo progetto, si colpirà il cuore di Baselice.

Il paese è nostro e dobbiamo salvaguardarlo, segnaliamo gli sconci del passato e del presente come ho fatto io oggi, anche se mi sono limitato solo a quelli dei nostri amministratori, ma ci sarebbero decine e decine di casi di sconci fatti dai privati nel centro storico, ma ho molto rispetto di loro, anche perché ritengo che la colpa non sia loro. Molti di loro hanno fatto dei lavori alle loro case credendo di fare una cosa buona.
Destiamoci,sensibilizziamo la gente e soprattutto gli amministratori.
Baselice è nostra. Proteggiamola.

https://www.facebook.com/antonio.virgilio.9484

Nessun commento:

Google