giovedì 22 dicembre 2016

San Bartolomeo, l’ex sindaco rinuncia all’istanza cautelare contro lo scioglimento del consiglio comunale

San Bartolomeo, il Comune
di Leonardo Bianco

L’ex sindaco Marcasciano e l’ex vicesindaco Fiorillo, nell’udienza di mercoledì 21 dicembre, hanno rinunciato all’istanza cautelare contro il provvedimento del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, di scioglimento del consigliocomunale di San Bartolomeo


I legali dei due ex amministratori che insieme ad alcuni cittadini avevano presentato ricorso contro il decreto firmato dal capo dello Stato, hanno informato il giudice del Tribunale amministrativo regionale di rinunciare all’istanza di sospensione del provvedimento di scioglimento e chiesto di fissare la decisione di merito prima della convocazione dei comizi elettorali. Decisione che molto probabilmente arriverà tra aprile e maggio prossimo.

Dunque, ancora un colpo di scena nella vicenda dello scioglimento del consiglio comunale di San Bartolomeo in Galdo. Vicenda iniziata ad agosto scorso e che presumibilmente si chiuderà a primavera con la decisione del Tar. Decisione che naturalmente sarà oggetto della prossima campagna elettorale.

A costituirsi in giudizio contro i ricorsi presentati dall’ex sindaco e dall’ex vicesindaco anche i tre consiglieri del’ex maggioranza Boffa, Cilenti e Lupo difesi dagli avvocati Di Monaco e Cocilovo.


Nessun commento:

Google